Siamo aperti Lun-Ven 9:30-18:30
Scrivici [email protected] Chiamaci! +39.02.80888096 - 340.8148561

Link Building nel 2019: Pro e Contro

Dopo il boom dell’attività di link building nel 2019 sono molti gli editori e gestori di siti web o network a cimentarvisi. Anche l’ultimo update di Google ha sancito l’importanza, ai fini SEO, di un’attività di link building ben ponderata. Tuttavia molti editori si chiedono quali siano attualmente i pro e i contro di questa pratica in passato molto controversa ed oggi molto popolare ed accettata. Passiamo quindi in rassegna tutti gli aspetti più importanti da conoscere.

I pro della Link Building: ecco quali sono

Com’è noto la link building sfrutta uno dei principi alla base del funzionamento di qualsiasi algoritmo dei motori di ricerca: più si viene linkati da altri siti web, più cresce la propria autorevolezza e la propria stabilità agli occhi di Google. Gli abusi del passato hanno portato per un lungo lasso di tempo a declassare questa pratica ed annoverarla nella cosiddetta “black hat seo”: in particolare l’utilizzo massiccio di link dofollow comprati in pacchetti ultra-economici hanno messo a dura prova l’algoritmo dei motori di ricerca. Ne risultava una cattiva esperienza dell’utente che nelle “fasce alte” della SERP trovava solo articoli di scarsa qualità.

Oggi, invece, la link building è fatta per la maggior parte da agenzie che verificano a monte i siti da cui si comprano link in entrata. Queste ultime in genere prima di inserire un determinato sito nel loro database ne verificano tutte le metriche e le principali keyword indicizzate. Questo lavoro di “gatekeeping” ha un risvolto positivo per il cliente che, nella maggior parte dei casi, acquista link efficaci e di qualità. Per questa ragione, spendendo oculatamente il proprio budget, è possibile acquistare guest post con link esterni che conducano al vostro sito e che possano portare beneficio.

Uno dei pro è quindi l’economicità di questa pratica: mettendo a confronto il budget minimo che richiede una buona attività di link building con quello richiesto da una campagna SEM, la bilancia tende sicuramente a favore della prima. Le campagne di link building, poi, possono essere personalizzate a piacimento e la scelta tra i siti che si mettono a disposizione per ospitare guest post è molto ampia. Sulla link building, se ci si affida ad una web agency specializzata, è quasi impossibile fare cilecca. Gli studi preliminari effettuati dagli specialisti sono quasi sempre mirati al conseguimento di un dato risultato e sono rari i casi in cui una strategia di link building, specie se abbinata a migliorie apportate al sito web, non sortisce gli effetti desiderati.

Link Building: quali sono i contro?

Tutti gli aspetti negativi della Link Building si palesano quando questa è fatta in maniera improvvisata e raffazzonata. Far pubblicare troppi guest post a distanza ravvicinata e quindi ricevere indistintamente pacchetti di link in entrata può vanificare la loro azione e quindi tutti i soldi spesi per far realizzare e pubblicare i guest post ordinati alle web agency. Raramente la link building può risultare dannosa o controproducente, questo accade solo quando ci si fida di link di dubbia provenienza. Per questa ragione, e per mettere a frutto il proprio investimento, è consigliabile affidarsi sempre a professionisti del settore.

Leave a Reply